• Home-volunteer-sector

    Puoi cercare per settore di intervento.

    Prova a scrivere "Ambiente" o "Animali" per trovare tutte le organizzazioni, iniziative e servizi della tua zona.


  • Home-volunteer-city

    Puoi trovare quello che cerchi vicino ad una città.

    Prova a scrivere "Bergamo" o "Milano", oppure "associazioni bergamo", "cooperative torino".


  • Home-volunteer-activity

    Una ricerca che capisce quello che stai cercando.

    Puoi cercare tutti gli "Andrea di bergamo", le "Associazioni che si occupano di ambiente a Torino", "Assistenza anziani a Napoli"

Chiudi

Ben arrivato/a su uidu.org!
Di cosa si tratta?

uidu.org è il modo più facile per rimanere aggiornato sulle iniziative che si svolgono nella tua zona e scoprire chi le organizza. Puoi scegliere il settore di intervento che prediligi, la città o l'area di riferimento e persino l'attività da svolgere. Nel frattempo non perderti Festa della Repubblica Multietnica.

Default_ngo_small

Orizzonti in libertà ONLUS

Tutte le iniziative

Festa della Repubblica Multietnica

2 GIUGNO – FESTA DELLA REPUBBLICA MULTIETNICA MANIFESTO Il progetto della Festa della Repubblica Multietnica è arrivato alla sua qu...

Evento culturale, artistico · E-migranti

2 GIUGNO – FESTA DELLA REPUBBLICA MULTIETNICA

MANIFESTO

Il progetto della Festa della Repubblica Multietnica è arrivato alla sua quinta edizione. Nato come un piccolo evento, è via via cresciuto sia nei contenuti sia nella partecipazione.

La parte organizzativa della festa è fondamentale per le varie persone e realtà al fine di incontrarsi e conoscersi, imparare a condividere idee, proposte e difficoltà, cercando soluzioni comuni. Ed è proprio questo lo spirito di Convergenza delle Culture: la ricerca degli aspetti comuni tra persone di provenienze e culture diverse, la scoperta dell'altro, la condivisione, la solidarietà, la reciprocità (ognuno ha qualcosa da dare a qualcun altro, affinché questo a sua volta possa dare ad altri ancora).

Possiamo quindi affermare che uno degli scopi della festa è la creazione di una rete, o meglio ancora di una comunità, di persone con legami che possano andare oltre la festa stessa, sostenendosi e lottando per i diritti di tutti, indipendentemente dalla cultura di appartenenza, appoggiandosi nelle reciproche iniziative. Con un unico obiettivo: una società libera da sentimenti, pensieri e atti discriminatori e violenti.

La Repubblica dovrebbe essere davvero la “cosa di tutti”: tutti coloro che ci vivono devono poterla “coltivare” con i propri semi, ovvero con le proprie speranze, aspirazioni, idee e credenze, con il proprio lavoro e impegno, per raccoglierne i frutti nel futuro. L'esclusione e la solitudine, due grandi malattie della nostra società, vanno combattute coltivando semi diversi, che persone provenienti da altri paesi non consumisti come il nostro ancora possiedono e possono donare, così come hanno “semi” da spargere molte persone che magari rimangono nell'ombra e non pensano di avere voce in capitolo. La natura ci insegna da sempre che “mischiarsi” significa migliorare, diventare più forti, avere più strumenti per affrontare le difficoltà. L'immigrazione non è un problema di ordine pubblico, non è una minaccia, è una necessità e un'opportunità, così come lo è stato sempre nella storia dell'umanità. La società multietnica e multiculturale è già il nostro presente, noi vogliamo renderlo palese in piazza, in un momento di allegria e condivisione.

Augurandoci che vicende tragiche dell'anno appena passato quali i naufragi nel Mediterraneo, la situazione di Lampedusa, le condizioni nei CIE, solo per citarne alcune, possano in futuro non accadere più, ci proponiamo di promuovere:

  • lo sradicamento di ogni forma di razzismo e violenza
  • la libertà di circolazione e di soggiorno per tutti
  • il diritto di cittadinanza per chi nasce in Italia
  • l’abolizione delle leggi discriminatorie Turco-Napolitano, Bossi-Fini e Pacchetto Sicurezza
  • la chiusura e abolizione dei CIE (Centri di Identificazione ed Espulsione)
  • la denuncia dello sfruttamento del lavoro degli immigrati e di tutte le persone sfruttate e deboli
  • la parità di diritti e di doveri per chiunque a prescindere dal paese di origine, lingua, religione, ideologia politica, ceto sociale, reddito, interessi, aspirazioni e orientamento sessuale.

Accogliamo diversità, spargiamo ricchezza!




Opportunità di volontariato
Event_management

Aiutare nelle iniziative

2
giugno

Torino, 45.0697,7.70494 km da te

Organizzazione prima dell'evento (diffusione materiale informativo, aiuto gestione sito Internet, permessi presso uffici...) Presentatore/animatore Operatore video e fotografo...
Maggiori dettagli




C'è un commento a questa iniziativa.

Orizzonti in libertà ONLUS · 2 giugno 2014 – Festa della Repubblica Multietnica
Accogliamo diversità, spargiamo ricchezza!

Lunedì 2 giugno si è svolta a Torino, nella centrale Piazza Vittorio Veneto, la quinta edizione della Festa della Repubblica Multietnica, promossa da Convergenza delle Culture e dall'associazione umanista Orizzonti in libertà Onlus in collaborazione con oltre 20 associazioni del territorio.

Una giornata di incontro, di festa e di condivisione: balli e canti tradizionali di vari paesi del mondo si sono susseguiti sul palco, intervallati da presentazioni di libri, letture e interventi riguardanti le tematiche dell'interculturalità, dei diritti, del superamento dei pregiudizi, del dialogo fra le culture. Nel frattempo presso gli stand delle associazioni si svolgevano laboratori di vario tipo, dall'insegnamento della lingua esperanto, ai tatuaggi con l'henné, dal mercatino del baratto ai laboratori artistici per bambini e molto altro.
Con allegria e leggerezza la festa ha permesso di trattare temi importanti, quali il diritto di cittadinanza dei bambini nati in Italia da genitori stranieri, per ora negato, le problematiche dei rifugiati che arrivano nel nostro paese fuggendo da guerre e povertà, i diritti calpestati nel mondo del lavoro. Ma soprattutto ha posto l'accento sulla ricchezza di valori, idee, aspirazioni e azioni che portano le varie culture che popolano Torino e l'Italia, ben rappresentate dalle associazioni presenti. Crediamo che momenti come questi possano contribuire a sostituire la cultura della paura e del pregiudizio con la cultura dell'accoglienza e della solidarietà, e l'interesse dimostrato per questa iniziativa ci rafforza in questa convinzione.
La festa ci ha dato inoltre l'opportunità di stringere relazioni più profonde tra le realtà partecipanti con le quali abbiamo condiviso mesi di organizzazione e vari eventi di autofinanziamento, essendo l'evento totalmente realizzato senza nessun tipo di contributo da parte di istituzioni o enti. Un'iniziativa nata e organizzata completamente dal basso, in modo condiviso e solidale. La chiusura della festa ci ha visti cantare tutti insieme la canzone “Umana Nazione Universale” scritta appositamente per questo evento dal cantautore torinese Piero Spina: un inno al superamento delle diffidenze per aprirci ad un futuro finalmente libero da discriminazioni e violenza.

2014-06-05T18:17:00+02:00