• Home-volunteer-sector

    Puoi cercare per settore di intervento.

    Prova a scrivere "Ambiente" o "Animali" per trovare tutte le organizzazioni, iniziative e servizi della tua zona.


  • Home-volunteer-city

    Puoi trovare quello che cerchi vicino ad una città.

    Prova a scrivere "Bergamo" o "Milano", oppure "associazioni bergamo", "cooperative torino".


  • Home-volunteer-activity

    Una ricerca che capisce quello che stai cercando.

    Puoi cercare tutti gli "Andrea di bergamo", le "Associazioni che si occupano di ambiente a Torino", "Assistenza anziani a Napoli"

Chiudi

Ben arrivato/a su uidu.org!
Di cosa si tratta?

uidu.org è il modo più facile per rimanere aggiornato sulle iniziative che si svolgono nella tua zona e scoprire chi le organizza. Puoi scegliere il settore di intervento che prediligi, la città o l'area di riferimento e persino l'attività da svolgere. Nel frattempo non perderti Gioc-Abile - 3a edizione.

Small_817_816_1345572369

Associazione Vi.Re.Dis. onlus

Tutte le iniziative

Gioc-Abile - 3a edizione

Gioc-abile è una piattaforma culturale che si propone di affrontare il tema della disabilità, dell’emarginazione, della riabilitazione...

Conferenza, convegno · Disabilità

Gioc-abile è una piattaforma culturale che si propone di affrontare il tema della disabilità, dell’emarginazione, della riabilitazione, dell’educazione e del gioco in modo trasversale, partendo da un punto di vista positivo, costruttivo e “informale”.

Il Convegno Gioc-abile non solo vuole aprirsi ad un pubblico ampio, fatto di famiglie, volontari, giovani, studenti (e non necessariamente di addetti ai lavori) ma intende invitare importanti personalità nazionali e internazionali del mondo scientifico, accademico, medico e artistico per indagare, con punti di vista nuovi e diversi l’approccio della società alla disabilità.

Per questo motivo preferiamo parlare di “divers-abilità”: questo termine supera l’accezione negativa della parola “handicap” e guarda alla disabilità come a un grande contenitore di potenzialità nuove e diverse, opportunità di confronto e di crescita per la società.

È quindi importante offrire buona cultura in modo semplice per allargare gli orizzonti, smuovere le coscienze e determinare le persone al cambiamento attraverso opere concrete di cooperazione, dove le “diverse abilità” di ognuno di noisi incontrano e progrediscono in modo solidale.

La Tavola Rotonda a conclusione della giornata di interventi vuole porre l’accento sull’importanza del dialogo quale valore assoluto per la società civile: siamo convinti che nella società di oggi questo valore vada recuperato aiutando le persone a confrontarsi in modo educato e costruttivo.

Siamo convinti che la migliore politica per la società in questo momento così difficile, segnato da una grande sofferenza comune, sia la politica del FARE: fare opere concrete mirate al miglioramento della qualità di vita delle umanità fragili e di coloro che soffrono, un fare libero da vincoli religiosi e politici, dettato da una sincera solidarietà riferità all’unicità della natura umana in ogni sua forma. In questo modo sarà possiblie ridare il giusto valore alle parole, violentate, abusate e svuotate del loro significato.

Programma:

ore 9.00Apertura del convegno e saluto delle autorità

ore 9.30Antonio Consorti – Le quattro regole auree della vita

ore 10.00Saverio Luzzi(Università “La Sapienza” di Roma) – Rosanna Benzi, una vita per l’emancipazione dei diversabili

ore 10.30Stefano Mavilio (Università “La Sapienza” di Roma) – “Tityre, tu patulae”, delirio e condivisione all’ombra dei faggi: poche considerazioni a proposito della contaminazione nelle arti

ore 11.00COFFEE BREAK

ore 11.15Andrea Bilotti (Università di Siena) – L’innovazione per il miglioramento della qualità e della sostenibilità dell’assistenza sociale

ore 11.45Mario Sigfrido Coda – Dalla forma alla sostanza: come il counseling porta al riconoscimento della sosanza del proprio caro

ore 12.15Francesca Liparoto (Ananda ASD): Incorporando: percorsi di relazione corporea per la diversa abilità

ore 12.45PAUSA PRANZO

ore 14.30Michele Simone Alberti – La fragilità come opportunità: crescere dalle fratture

ore 15.00Stefania Luna Alberti – Con il gioco si può fare: racconto di un percorso condiviso di consapevolezza nei laboratori di Computer Game Therapy di Chignolo d’Isola (BG)

ore 15.30COFFEE BREAK

ore 15.45Cosimo Loré (Università di Siena, Direttore Scienze Medico Legali) – Varietà biologiche e culturali in gioco: tra terapie e nuovo rinascimento

Relatori

Michele Simone Alberti

Biografia

La fragilità come opportunità: crescere dalle fratture

Stefania Luna Alberti

Biografia

Nata a Soresina nel 1981, Stefania è Psicomotricista e praticante di Arti Marziali.

Ha lavorato come educatrice e insegnante di sostegno in diversi asili nido, scuole dell'infanzia, scuole primarie, centri di aggregazione, laboratori ludico-artistici.

Ha lavorato a stretto contatto con i Servizi Sociali nel territorio cremasco, occupandosi di ADM (Assistenza Domiciliare Minori) e allontanamenti di minori dal nucleo famigliare; ha partecipato, in collaborazione con le Forze dell'Ordine, al Servizio di Emergenza Sociale della Comunità Sociale Cremasca.

Da circa un anno, operatrice di Computer Game Therapy brevetto Vi.Re.Dis.

Con il gioco si può fare: racconto di un percorso di condiviso di consapevolezza nei laboratori di Computer Game Therapy di Chignolo d’Isola (BG)

Andrea Bilotti

Biografia

Andrea Bilotti (nato a Venezia il 12/04/1981), assistente sociale, assegnista di ricerca in sociologia generale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Siena.

È iscritto dal 2007 all’Associazione Italiana di Sociologia (AIS), dal 2008 all’Associazione Italiana di Valutazione (AIV). È inoltre presidente della Commissione Formazione e della Commissione Comunicazione e rapporti interistituzionali dell'Ordine degli Assistenti sociali della Toscana, membro del direttivo della Fondazione degli assistenti sociali della Toscana per la formazione e la ricerca.

Tra i principali interessi scientifici, attività di studio e di ricerca si ricordano: a) gli attuali sviluppi di politica sociale (in particolare si è dedicato e si dedica all’analisi dei sistemi di welfare con attenzione sia alle dinamiche orizzontali -organizzazione e governo del servizio pubblico- che verticali -decentramento, governance-, con una particolare attenzione alle professioni e alle professionalità nel welfare -profili, mutamenti dei sistemi di competenze e conoscenze-; b) teoria, epistemologia ed innovazione del servizio sociale; c) processi di costruzione del sapere professionale teorico-pratico nelle professioni d’aiuto; d) processi di istituzionalizzazione e di trasformazione dei soggetti del terzo settore (con particolare attenzione al volontariato e alla cooperazione sociale).

Ha recentemente partecipato a ricerche empiriche sul fenomeno giovanile, con particolare riferimento alla ricostruzione degli immaginari e alle progettualità dei giovani; a ricerche sull’orientamento strategico di fondo e sulla internazionalizzazione dell’impresa sociale; a ricerche sui punti di svolta della popolazione immigrata e sui processi di integrazione degli stranieri; a ricerche sull’apporto della società civile italiana alla costruzione di una identità europea.

Accanto all’attività di ricerca empirica, svolta principalmente attraverso metodologie di ricerca non-standard, collabora con il Comitato per la Didattica del Corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale dell’Università di Siena.

Ha svolto attività di didattica nei corsi di Sociologia Generale e Metodologia della Ricerca Sociale con un ciclo di lezioni sui metodi e le tecniche della ricerca qualitativa e sull’approccio non-standard. Attualmente è docente di Organizzazione dei servizi sociali presso il corso di Laurea in Scienze del Servizio Sociale dell'università di Siena.

L’innovazione per il miglioramento della qualità e della sostenibilità dell’assistenza sociale

Mario Sigfrido Coda

Biografia

Laureato in psicologia, Mario Sigfrido Coda è Trainer Counselor, Counselor degli stati di coscienza, Master Coach,Trainer di PNL, Consulente della comunicazione ad orientamento Analitico Transazionale e strategico. Direttore didattico della scuola di counseling ESC è anche fondatore e promotore del progetto educativo dell'associazione di promozione sociale Evolvere.

Dalla forma alla sostanza: come il counseling porta al riconoscimento della sostanza del proprio caro

Antonio Consorti

Biografia

Classe 1967, teorico e fondatore della Computer Game Therapy brevetto Vi.Re.Dis., da oltre 20 anni si occupa dello studio dei videogames come strumenti esperienziali diriabilitazione per le patologie del linguaggio, del pensiero e della relazione, avendo come focus la promozione dell’Intelligenza Emotiva e Sociale dei soggetti diversamente abili.

Ha svolto attività di ricerca presso il Dipartimento di Pedagogia speciale dell’Handicap della facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università degli Studi di Verona e svolge attività di formatore e consulente presso la Fondazione Don Gnocchi che pratica la sua metodologia in alcuni dei suoi centri in Italia.

Ha fondato l’Associazione Vi.Re.Dis. (Virtual Reality for Disability) onlus di cui è presidente, per permettere ai disabili italiani l’accesso gratuito alla sua metodologia terapeutica.

Le quattro regole auree della vita

Francesca Liparoto

Biografia

Educatore Professionale, laureata in Scienze dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Verona.

Da anni si occupa di disabilità in vari progetti educativi. Coordina l’Area Disabilità presso la A.S.D. Ananda e il progetto INCORPORANDO. Alla base di questo progetto c’è il corpo, vissuto attraverso la costruzione di esperienze laboratoriali capaci di stimolare e arricchire la propria immagine corporea.

Incorporando: percorsi di relazione corporea per la diversa abilità

Cosimo Loré

Biografia

Cosimo Loré, diplomato al liceo classico Enea Silvio Piccolomini di Siena, medico chirurgo (cum laude), medico legale (cum laude), criminologo clinico (cum laude), dal 1972 docente di ruolo nella scuola medico-legale senese di Mauro Barni, dal 1980 professore di ruolo di medicina legale della Università di Siena, nel 1995 e nel 1999 eletto per due quadrienni al Senato Accademico, dal 1996 chiamato a tenere il corso di medicina legale nella facoltà di giurisprudenza della Università di Lecce.Presidente delle commissioni di esami di medicina legale dei corsi di laurea in medicina e chirurgia nella Università di Siena e in giurisprudenza nella Università di Lecce.Ha eseguito 376 esami necroscopici su incarico dell’Autorità Giudiziaria. Nel 1999 coordinatore scientifico del Corso di Formazione in Informatica per la Diagnostica Medica della Università di Siena.

Nel 2000 eletto nel Consiglio Direttivo della Società Toscana di Medicina Legale. Promotore delle Giornate Senesi sui Diritti Umani con Norberto Bobbio, Ennio De Giorgi e Leonardo Sciascia, ha fondato e promosso movimenti per la educazione civica e la difesa dei Diritti Umani (sezione senese Amnesty International), nel 1993 segretario nazionale di Democrazia Aperta con Presidente Massimo Severo Giannini, nel 1994 fondatore dei Referendari Indipendenti.

Docente Postgraduate School in Gynecology and Obstetrics Accredited for the period of 2002-2007 by the European Board and College of Obstetrics and Gynecology Università di Siena.

Il 28 marzo 2003 nella Cappella del Manto del Museo di Santa Maria della Scala in Siena relazione-introduzione al Convegno della Sezione IV della Cassazione Penale su La responsabilità penale del medico fra certezza della prova e utela sociale. Lo stato della giurisprudenza e l’opinione della dottrina.

Il 7 giugno 2003 nel Castello Angioino di Copertino (Lecce) ha presieduto e moderato il Corso di aggiornamento medico-giuridico sulla valutazione del danno alla persona (crediti ECM a oltre mille medici e legali).

Nel triennio 2004-2007 docente al master in Biocomunicazione della Università di Pisa e al Corso Sustainability del CNR di Pisa.

Dal 2008 coordinatore della sezione medico-legale del dipartimento di Scienze Biomediche della Università di Siena [www.scienzebiomediche.unisi.it].

Dal 2008 direttore scientifico della Scuola di Psicologia e Psichiatria Forensi di Reggio Calabria.

Il 22 novembre 2008 a Matera ha presieduto e moderato l’Assemblea delle associazioni civiche lucane sulla Giustizia in Basilicata.

Il 3 aprile 2009 a Lecce ha presieduto e moderato l’incontro formativo di studio Tra scienza e società, giuristi a confronto (crediti ECM a 1450 avvocati presenti all’evento).

Il 22 ottobre 2011 a Colle di Val d’Elsa (Siena) ha presieduto e moderato la Giornata di Studio su Scienza e Processo.

Redattore del Manuale Europeo sui Diritti dell'Uomo edito a Strasburgo dal Consiglio d'Europa.

Membro dello scientific board della Rivista Medicina Legale-Quaderni Camerti (Società Italiana Medicina Legale).

Referee per i finanziamenti alla Ricerca (tecnologia digitale in campo sanitario) della Università di Trento.

Fondatore del Centro di Ricerca Tecnologie per la Didattica (Tecnodida) della Università di Siena.

Responsabile del Gruppo di Valutazione Clinica e Medico-Legale del Dolore (Società Italiana Clinici Dolore), associate editor dell’Italian Journal of The Management of the Pain & Palliative Care (Mediserve Communications).

Membro del Comité Asesor Internacional della Revista Española de Medicina Legal (Società Spagnola Medicina Legale). Nell’ateneo senese fondatore del Gruppo di Ricerca SCIENZE MEDICO-LEGALI SOCIALI E FORENSI.

Varietà biologiche e culturali in gioco: tra terapie e nuovo rinascimento

Saverio Luzzi

Biografia

Saverio Luzzi è nato a Terni il 5 novembre 1973. È autore di Salute e sanità nell’Italia repubblicana (Donzelli, Roma 2004), Il virus del benessere. Ambiente, salute, sviluppo nell’Italia repubblicana (Laterza, Roma-Bari 2009) e di vari saggi brevi pubblicati su diverse riviste. Collabora con la cattedre di Storia sociale e Storia dell’ambiente dell’Università Roma Tre ed è membro del comitato scientifico della rivista ART APP | arte cultura nuovi appetiti.

Rosanna Benzi, una vita per l’emancipazione dei diversabili

Stefano Mavilio

Biografia

Stefano Mavilio nasce a Roma 1957.

Laurea in Architettura – magna cum laude - presso la Facoltà Valle Giulia di Roma; corso di perfezionamento in Teorie del’Architettura; iscritto all’Albo professionale degli architetti di Roma e provincia a far data dal 1990. Per lo stesso ateneo è Cultore della Materia per le discipline storiche dal 1990 (settore disciplinare ICAR 18), e a far data dall’AA 1999/2000 è professore a contratto per le seguenti discipline: Caratteri tipologici e morfologici dell’architettura (settore disciplinare ICAR 18), composizione e progettazione architettonica (settore disciplinare ICAR 14), arredamento (settore disciplinare ICAR 16).

Nel 2000, per conto della CEI Conferenza Episcopale Italiana, organizza il primo Master in Progettazione di Chiese, di cui è dapprima Segretario didattico, membro del Consiglio Didattico Scientifico e docente; quindi Coordinatore Didattico e Scientifico. Ha collaborato con diversi uffici della CEI fra i quali si segnalano: Ufficio BB. CC.; Ufficio Edilizia di Culto; CUC - Centro Universitario Cattolico. Ha collaborato inoltre con il Pontificio Consiglio per la Cultura. Da gennaio 2011 collabora con la LUMSA Libera Università Maria SS. Assunta.

Vive a Roma, dove esercita la professione in forma singola e associata. È coordinatore didattico e scientifico del Master in progettazione degli edifici per il culto, organizzato in forma congiunta dalla Sapienza e dalla LUMSA - Roma.

Negli ultimi anni ha maturato esperienza come progettista di spazi per le celebrazioni liturgiche. Tra le realizzazioni si segnalano: la nuova aula liturgica detta Sala della Pace nel complesso monumentale di S. Rita a Cascia -ultimata nella primavera del 2009- ed il complesso parrocchiale di S. Bernardino Realino a Lecce in collaborazione con D. Boscia, inaugurato aprile 2013. Incaricato da S. E. mons. C. Chenis della progettazione dell’ampliamento parrocchia di S. Agostino a Civitavecchia è attualmente impegnato nella realizzazione del complesso parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo all’Olgiata – Roma, inaugurazione prevista aprile 2014 – e del complesso parrocchiale di S. Giovanni Battista a Ladispoli, sul litorale romano. Ha partecipato alla IV serie del concorso Pilota bandito dalla CEI.

Effettua ricerche nel campo dell’idea di “Archetipo in architettura”. Ha lavorato come partner presso il T-Studio di Roma dal 2000 al 2005. Socio fondatore e amministratore delegato della Concept Design dal 1992 al 1995.

Già membro della Commissione per l'Arte Sacra della Diocesi di Civitavecchia sotto l’episcopato di S.E. mons. Carlo Chenis, è stato membro del comitato scientifico-redazionale della rivista liturgica La vita in Cristo e nella Chiesa, mensile di formazione liturgica e informazione, edito dalla Provincia italiana Pie Discepole del Divin Maestro, nel biennio 2008-2010. È membro del comitato scientifico di Koinè, Fiera internazionale di arredi, oggetti liturgici e componenti per l’edilizia di culto e referente scientifico per la rivista Chiesa Oggi, in rappresentanza dell’Ordine degli Architetti di Roma. Ha pubblicato su Arte Cristiana e Chiesa Oggi; per i tipi della Electa ha pubblicato la Guida all’architettura sacra di Roma – 1945, 2005. Recentemente ha organizzato il progetto editoriale e redatto le schede progetti del volume Chiese della periferia romana, 2000-2013, Electa 2013, curato da M. Petreschi e N. Valentin.

“Tityre, tu patulae”, delirio e condivisione all’ombra dei faggi: poche considerazioni a proposito della contaminazione nelle arti




Non ci sono ancora commenti per questa iniziativa. Be the first!