• Home-volunteer-sector

    Puoi cercare per settore di intervento.

    Prova a scrivere "Ambiente" o "Animali" per trovare tutte le organizzazioni, iniziative e servizi della tua zona.


  • Home-volunteer-city

    Puoi trovare quello che cerchi vicino ad una città.

    Prova a scrivere "Bergamo" o "Milano", oppure "associazioni bergamo", "cooperative torino".


  • Home-volunteer-activity

    Una ricerca che capisce quello che stai cercando.

    Puoi cercare tutti gli "Andrea di bergamo", le "Associazioni che si occupano di ambiente a Torino", "Assistenza anziani a Napoli"

Chiudi

Ben arrivato/a su uidu.org!
Di cosa si tratta?

uidu.org è il modo più facile per rimanere aggiornato sulle iniziative che si svolgono nella tua zona e scoprire chi le organizza. Puoi scegliere il settore di intervento che prediligi, la città o l'area di riferimento e persino l'attività da svolgere. Nel frattempo non perderti Festa della Luce 2015.

Small_817_816_1345572369

Associazione Vi.Re.Dis. onlus

Tutte le iniziative

Festa della Luce 2015

Raccolta pubblica di fondi “Festa della Luce” 28-29-30-31 maggio e 01-02 giugno 2015 Area feste, viale degli Olmi, Calcinate – BG -...

Raccolta fondi · Disabilità

Raccolta pubblica di fondi

“Festa della Luce”

28-29-30-31 maggio e 01-02 giugno 2015

Area feste, viale degli Olmi, Calcinate – BG -

L’associazione Vi.Re.Dis. onlus organizza per il 28-29-30-31 maggio e 01-02 giugno 2015 una raccolta pubblica di fondi con spettacoli, concerti e ballo.

La “Festa della Luce” si terrà presso l’area feste di Calcinate (BG), viale degli Olmi, una struttura ben attrezzata, con palco per concerti, pista da ballo, parco e tendone per la somministrazione di cibi e bevande.

L’ingresso agli spettacoli sarà gratuito e ci sarà la possibilità di cenare, mangiare una pizza e bere qualcosa.

Gli introiti saranno destinati all’acquisizione della “Casa della Luce”, la centrale elettrica distributiva dismessa di Pura di Gaiano (Endine Gaiano) sul lago di Endine, che l’associazione vuole ristrutturare e convertire in un centro di eccellenza che ospiti un’osteria gestita da ragazzi down, un centro culturale, una serie di laboratori di CGT in cui fare terapia e ricerca e dieci mini-appartamenti per ospitare per una settimana le famiglie con i ragazzi disabili che potranno godere di un ciclo di terapie intensive gratuite.

La CGT è una metodologia riabilitativa mirata allo sviluppo dell'Intelligenza Emotiva e Sociale delle persone diversamente abili attraverso l'uso dei videogames: il videogioco diventa uno strumento terapeutico in grado di agire sul Quoziente Emotivo del paziente, veicolare le emozioni e mitigare gli stati d’ansia in un ambiente virtuale e protetto; questo permette al paziente di sviluppare una maggiore consapevolezza di sé, delle proprie capacità e, di conseguenza, migliorare le proprie abilità psicomotorie, emotive, cognitive e relazionali.

E' un percorso fatto di tanti piccoli passi, di condivisione di molteplici emozioni con i compagni di gioco che diventano promotori della crescita l'uno dell'altro, sostenendosi nelle difficoltà o gioendo dei loro e degli altrui successi, accompagnati dall'umanità e dall'esperienza degli operatori.

APERTURA AREA

Giovedì ore 19:00, venerdì, sabato, domenica, lunedì e martedì ore 9:30

APERTURA CUCINA

Giovedì, venerdì, sabato, lunedì ore 19:00, domenica e martedì ore 12:00 e ore 19:00

PROGRAMMA SPETTACOLI

Giovedì 28 maggio 2015

Ore 20.30 - 21.30: Concerto Rock Omnia Mutantur

Ore 21.30 - 22.30: Concerto Paolo Manzolini & Friends

Ore 22.30 - 23.30: Concerto Rock BlueRiver rockband

Venerdì 29 maggio 2015

ore 21.00 - 24.00: Ballo liscio con Orchestra Roberto Casagrande

Sabato 30 maggio 2015

ore 21.00 - 24.00: Ballo liscio con Gli Outsiders

Domenica 31 maggio 2015

ore 11.00-18.00 esposizione di Vetture da rally

ore 14.30, 15.30, 16.30: Laboratori di Cammino Consapevole

ore 21.00 - 24.00: Ballo liscio con Non solo liscio

Lunedì 01 giugno 2015

ore 21.00 - 24.00: Gara di Karaoke per bambini e adulti

Martedì 2 giugno 2015

ore 11.00-18.00: esposizione di moto d’epoca

ore 21.00 - 24.00: Spettacolo di Wrestling con gli atleti della Federazione Italiana Wrestling ICW

Omnia Mutantur

Gli Omnia Mutantur nascono in una vacanza in montagna a fine estate del 2011, cominciando con il nome di The Remorse. Inizialmente lavorano su canzoni ironiche e spensierate, arrivando poi ad abbozzare un piccolo sound proprio passando per tutti i sottogeneri del rock (dal punk al rock psichedelico).

Dopo i primi live di cover, il gruppo sente il bisogno di dover trasmettere qualcosa di personale e, con passione, iniziano a comporre e scrivere i primi pezzi inediti.
Alternando sul palco inediti e cover riescono a permettersi, con i piccoli guadagni ottenuti suonando, di registrare il loro primo singolo: Vivere A Meta (gennaio 2014).

A seguito di un piccolo fraintendimento con un'altra band e dopo alcuni cambi in formazione, il gruppo ritorna più carico che mai con un nuovo nome: Omnia Mutantur.
Tratto da "Le Metamorfosi" di Ovidio, il detto originale recitava "Omnia mutantur, nihil interit" che significa 'tutto cambia, nulla perisce'. Ecco che il gruppo vuole trasmettere immediatamente l'idea di novità e cambiamento già dal nome, mostrando come le cose stiano cambiando radicalmente sia nel nostro piccolo che nell'immensità che ci circonda.
Nell'estate 2014, la band partecipa al concorso internazionale Tour Music Fest con la canzone 'Rose Appassite' arrivando ai quarti di finale. Nel frattempo continuano a scrivere e a comporre nuovi pezzi e presto registreranno e rilasceranno il loro primo EP.

Facebook: Omnia mutantur

Band:

Jade Panganiba – voce e chitarra

Alex Pedrini – chitarra

Andrea Galliani – chitarra

Andrea Macetti – tastiere

Francesco Marchetti – basso

Gabriele Galliani – batteria

Paolo Manzolini & friends

Al crocevia degli stili della musica d’oggi si trova certo la chitarra, strumento che, senza rinnegare il proprio illustre passato popolare, incarna la modernità storicizzata del hazz e l’avvento prepotente del rock, il surfing avventuroso dell’elettricità sulla cresta delle onde sonore.

E proprio a quel crocevia Paolo Manzolini ha scelto di appostarsi per cogliere quanto di più attraente il gran fiume dei generi musicali trascina alla portata della sua sei corde. Alla miscela di linguaggi e codici, oggi sempre più diffusa, il chitarrista affianca perà una coerente idea del fare musica.

Blues, punk, jazz, crossover, fusion, jazz-rock, poco importa, e certo ancor meno interessa a Paolo Manzolini, che guarda soprattutto alla plastica evidenza del tratto pieno, all’abile mestiere dello strumentista, che rende efficace ed essenziale l’arrangiamento, che si concede il piacere del drive ritmico ben portato.

La cultura musicale ha spesso penalizzato e colpevolizzato le legittime aspirazioni di musicisti e ascoltatori al divertimento e ha voluto insegnare a diffidare della contagiosa energia sprigionata dalla musica, soprattutto di quella musica che mette in agitazione muscoli e tendini. Manzolini percorre viceversa senza titubanze proprio questa via, forte di una competenza musicale nutrita di un solido professionismo militante e di curiosità mai smesse per la clack music e per il jazz, potendo vantare un comprovato background di studi classici.

Tanti i musicisti coinvolti nelle registrazioni realizzate nel corso di un lungo periodo di attività, quasi la cronaca di un frammento di vita musicale, includendo dunque cambi di rotta e mutazioni del gusto.

Tanti quante le collaborazioni che Paolo Manzolini ha accumulato, sempre a cavallo tra jazz e blues, tra rock e funl, nel corso di questi anni: Treves blues band, Dave Kelli, Gian Luigi Trovesi, Ronnie Jones, Aida Cooper, Andy J Forest, Michael Coleman, Dave Baker, Claudio Angeleri, Alfredo Golino, Riccardo Fioravanti, Stefano Cerri, Walter Calloni, Marco Esposito, Vittorio Marinoni, Gianni Coscia, Emilio Soana, Andrea Dulbecco, Tino Tracanna, Francesco Pinetti, Eggie Vezzano, Daniele Moretto, Stefano Bertoli, Carlo Magni, Fausto Beccalossi, Guido Bombardieri, Marco Gamba, Marco Ricci, Fabrizio Bernasconi, Gigi Biolcati, Marco Gotti, Francesco Polizzari, Sagi Rei e molti altri ancora.

La sua chitarra è sempre pronta a guizzare e dialogare, sfoggiando un eloquente e trascinante fraseggio, modellato sull’esemprio di musicisti che hanno fatto dell’incisivita del tocco e della stentorea tornitura della melodia la loro cifra originale, da Robben Ford a George Benson, da Eddie Van Halen a Steve Ray Vaughn.

Paolo Manzolini ha riunito per l’occasione un trio di amici di grande calibro.

Nicola “Nik” Mazzucconi, classe 1976 si avvicina alla musica in tenera età, iniziando a suonare a 6 anni la tromba influenzato dal padre jazzista.

Grazie alla famiglia di musicisti, subisce il fascino di svariati generi musicali (rock, blues, heavymetal, funk) che lo iniziano al basso e alla chitarra elettrica nel 1988: da allora ha sempre alternato i due strumenti anche se è del basso elettrico che ha fatto la sua principale professione.

Vanta numerose collaborazioni live ed in studio con artisti nazionali ed internazionali come: Ian Paice, Glenn Hughes, Ellade Bandini, Carmine Appice, Bernie Mardsen, ed è attualmente bassista nelle band: Mr Feedback, Moonstone Project, Joe La Viola Trio, Paolo Manzolini Band, Boris Savoldelli, Edge of Forever e molte altre, con all'attivo tour europei e più di mille concerti.

E’ endorser del marchio FRUDUA (bassi e ampli) e insegna basso SPM e SSM a Bergamo.

Stefano Guidi perfeziona gli studi di batteria al CDPM di Bergamo costruendo le basi di una attività ormai più che ventennale. Partecipa per 2 anni consecutivi (96/97) al noto concorso nazionale per batteristi a Pesaro classificandosi entrambe le volte nei primi posti. Compie numerose esperienze musicali fondando e militando in diverse band. Partecipa ad una finale di Sanremo Rock, Sanremo Giovani e Neapolis Tuborg Festival con gli SOS. Stefano collabora inoltre con molti musicisti (Paolo Manzolini, Guido Bombardieri, Nicola Mazzucconi, Alessandro Del Vecchio, Sara Vergnano, Max Sestu, Simone Giannaccari, Tiziano Incani e moltri altri) e numerose band. Con i Karnea suona all’Heineken Jammin’ Festival di Imola. Dal 2005 è il batterista del gruppo “Bepi & The Prismas” e dal 2009 fa parte di alcuni progetti, quali Attribution e Caponord e Freddocane.

Il progetto Freddocane viene partorito nel marzo 2009 con l’intento di sviluppare sonorità proprie che abbiano forti basi rock-stoner con incursioni in svariati altri generi tra cui blues, funky, post-rock, avanguarde, musica dodecafonica, atonale e aleatoria.

Band:

Paolo Manzolini – chitarra

Nicola Mazzucconi - basso

Andy Brevi - voce

Stefano Guidi - batteria

BlueRiver rockband

I Blueriver sono una band del Lecchese attiva dal 2011.

Nonostante il genere della band si possa identificare come Pop Rock, le loro sonorità sono influenzate da diversi gruppi e generi (Whitesnake, Pearl Jam, Bruce Springsteen, Mark Knopler e Dire Straits) e questo ha permesso loro di crearsi una identità musicale, passando così dal Rock al Blues.

Dopo le registrazioni di una demo nel 2012, la band ha subito diversi cambi di formazione, e il repertorio di brani inediti si è fatto più ampio.

Il percorso fatto in questi anni li ha portati alla registrazione del loro primo EP ufficiale: Waiting For The Sunshine, in uscita nel mese di Maggio 2015.

In seguito all’uscita del disco è in programma un tour promozionale. Potete seguire news e anticipazioni su date ed eventi attraverso i social network o sull’Official Website

Facebook e Twitter: Blueriver

Offical Website: www.blueriverockband.com

Band:

Giò Riva: Voce & Chitarra Acustica

Paolo Goretti: Chitarra Elettrica

Manuel Panzeri: Batteria

Daniele Acerbi: Basso

Ale Nozza Bielli: Tastiere

Orchestra Roberto Casagrande

L'Orchestra è da anni sulla "piazza" ed è composta da 5 validi elementi tutti professionisti:

Il genere spazia dal classico ballo liscio al latino/americano, dai balli di gruppo agli evergreen anni '60, '70, '80... Inoltre l'Orchestra "Roberto Casagrande" ha al proprio attivo alcune uscite discografiche, con diversi propri brani trasmessi da varie Emittenti Radiofoniche private.

Gli Outsiders

Gli Outsiders nascono a Bergamo negli anni ‘70/’80 e da allora si evolvono fino alla band di oggi.

Angelo Moretti ha sempre cantato. Sin da piccolo, quando nella famiglia, fra il padre mandolinista e la zia chitarrista, o cantavi o ti annoiavi. L'abitudine a canticchiare diventò voglia di cantare e suonare, vero e proprio bisogno espressivo, e, dodicenne Angelo cominciò a studiare musica, ma nessun impegno ufficiale con un gruppo o un orchestra: la chitarra e la voce erano compagni fedeli solo nelle gite fuoriporta col fratello più giovane, Ivo. La svolta arrivò nel 1979, quando, da poco sposato, mentre si “esibiva” con il fratello fuori dalla sua roulotte in campeggio al lago di Iseo, quando da dietro a un albero spuntò Gino Frigeni che di fronte a una chitarra “in moto” non riesce a fare a meno di fermarsi.

Da tempo Gino aveva creato un complesso di session men che si esibivano a turno nel pianobar del Campeggio del Sole. Invitò a partecipare anche i fratelli Moretti. La lista dei musicisti della “band del camping” era lunga e ben fornita e il gruppo variava dai quattro ai sette elementi. Nel 1986 la band si sciolse ma i musicisti rimasero in contatto dando vita a nuove e proficue collaborazioni.

Non Solo Liscio

Non Solo Liscio è un gruppo giovane che fa della musica la sua passione e naviga in un repertorio per tutte le età.

Band:

Mauro Rocco – tastiere

Francesco Venneri - voce e chitarra

Pasquale Voria - Fisarmonica e organetto

Simona Rocco – voce

Spettacolo di wrestling ICW

La I.C.W. Italian Championship Wrestling ® è la Federazione Italiana di Wrestling, nata nel 2001 con lo scopo di promuovere e diffondere anche in Italia questo incredibile sport-spettacolo. A tutt’oggi la 3° federazione per numero di spettacoli allestiti annualmente, con un’esperienza di quasi 200 eventi può inoltre vantale l’organizzazione di manifestazioni di wrestling sull’intero territorio nazionale, avendo toccato già ben 17 regioni italiane.

I bambini sono sicuramente la linfa di questa disciplina, un target che varia dai 6 ai 12 anni, ma che inevitabilmente coinvolge anche i loro genitori e i teenagers, trasformando così il wrestling in un mezzo di comunicazione rivolto a tutti. Il wrestling emoziona perché può coinvolgere chi ama la musica o chi preferisce lo sport legando tutto con un delicato filo conduttore che rende questa disciplina uno spettacolo unico al mondo.

Le Superstar della Federazione Italiana di Wrestling sono selezionate in tutta Europa con lo scopo di portare carisma, tecnica ed esperienza e garantire eventi di alta qualità. Le stelle italiane del wrestling non si limitano più ormai a solcare i cieli italiani, ma sono diventate vere e proprie luci guida nel firmamento europeo per i numerosissimi appassionati del wrestling continentale, con presenze fisse sui quadrati di Spagna, Francia, Germania, Inghilterra, Svizzera e altre nazioni.

Laboratori di Cammino Consapevole

Recenti ricerche nel campo della psicologia dello sviluppo hanno evidenziato come tutti gli esseri umani, indipendentemente da età o stato, hanno un potenziale di trasformazione e possiedono la capacità di apprendere.

Il Cammino Consapevole è un metodo che aiuta a rieducare la propria postura donando al corpo leggerezza e consapevolezza attraverso 7 regole d’oro: il piacere, il respiro, l’ascolto, la lentezza, le pause, il comfort e l’organizzazione.

La rieducazione avviene attraverso il movimento, la sensazione, il pensiero e l’immaginazione: ogni parte del corpo viene considerata come elemento di un complesso sistema, all’interno del contesto biopsichico della persona.

Le sequenze di movimenti rilassanti aiutano la persona a imparare a muoversi in modo più armonico e a migliorare la propria postura e il proprio benessere.

I laboratori saranno una piccolissima e prima informazione di approccio al movimento piacevole, un anti-ginnastica che porterà i partecipanti a capire il valore della pratica e della consapevolezza del movimento.

E’ necessaria l’adesione gratuita entro le ore 12.00 di domenica 31 maggio per consentire una corretta organizzazione dei gruppi di lavoro.

Esposizione moto d’epoca e macchine da rally

Informazioni più dettagliate degli eventi sui siti:

http://www.progetto-viredis-onlus.org/Eventi.html

http://uidu.org/nonprofits/817-associazione-viredis-onlus

http://www.facebook.com/pages/FESTA-DELLA-LUCE-2014/634849386596231

http://www.facebook.com/#!/pages/viredis-onlus/281358688559028s




Non ci sono ancora commenti per questa iniziativa. Be the first!