• Home-volunteer-sector

    Puoi cercare per settore di intervento.

    Prova a scrivere "Ambiente" o "Animali" per trovare tutte le organizzazioni, iniziative e servizi della tua zona.


  • Home-volunteer-city

    Puoi trovare quello che cerchi vicino ad una città.

    Prova a scrivere "Bergamo" o "Milano", oppure "associazioni bergamo", "cooperative torino".


  • Home-volunteer-activity

    Una ricerca che capisce quello che stai cercando.

    Puoi cercare tutti gli "Andrea di bergamo", le "Associazioni che si occupano di ambiente a Torino", "Assistenza anziani a Napoli"

Chiudi

Ben arrivato/a su uidu.org!
Di cosa si tratta?

uidu.org è il modo più facile per rimanere aggiornato sulle iniziative che si svolgono nella tua zona e scoprire chi le organizza. Puoi scegliere il settore di intervento che prediligi, la città o l'area di riferimento e persino l'attività da svolgere. Nel frattempo non perderti Gipsy Queens.

Small_logo_solidariet_

Arci Solidarietà Onlus

Tutte le iniziative

Gipsy Queens

Arci Solidarietà Onlus, con sede a Roma, è un'associazione non-profit che da vent'anni si occupa di progetti di inclusione sociale, poli...

Concorsi e bandi · Inserimento lavorativo

Arci Solidarietà Onlus, con sede a Roma, è un'associazione non-profit che da vent'anni si occupa di progetti di inclusione sociale, politica e culturale per persone migranti, rom in particolare. 

Il progetto Gipsy Queens ha la finalità di favorire le pari opportunità e l'imprenditoria in rosa di un gruppo di donne rom residenti in alcuni dei villaggi attrezzati della città. La startup di cucina rom itinerante risponde a obiettivi quali la creazione di opportunità di confronto, di formazione e di inserimento lavorativo, oltre a rappresentare un'occasione di duplice emancipazione delle donne rom, dalla società e dalle loro comunità, nelle quali sono spesso relegate al solo ruolo di mogli e madri.
Queste 10 donne, nel 2015, hanno costituito un gruppo, il “Tavolo delle Donne Rom”, un luogo fisico e ideale attorno al quale mettere in atto dei percorsi di autonomia. L'idea nasce dalla partecipazione di queste donne a diversi progetti dell'associazione: “Donne al volante”, supporto al conseguimento della patente di guida; “7 donne rom”, libro che racconta l'esperienza di alcune donne che hanno partecipato al progetto O.R.M.E., sull'orientamento al lavoro del mediatore culturale.
Le donne iniziano quindi a riunirsi. Da subito si sente forte l'esigenza di far emergere le criticità, non solo relative alle tematiche di integrazione delle popolazioni rom ma anche al ruolo della donna all'interno della comunità stessa. Dal Tavolo scaturiscono diverse esperienze: il bilancio di competenze - collettivo e individuale - la partecipazione a corsi di italiano per stranieri, i tirocini professionalizzanti; ogni donna trova in quel luogo il suo personale modo di intraprendere un percorso di emancipazione. Il concetto che riunisce tutti i punti è quello dell'autonomia: la libertà di movimento, la crescita personale e l'autodeterminazione, l'autonomia economica attraverso il lavoro.
E quando si parla di inserimento nel mondo del lavoro, le donne del tavolo decidono di affrontare una sfida, trasformando in lavoro una competenza che le accomuna: l'abilità in cucina.
Le donne si autorganizzano, scrivono e approvano il “Regolamento del Tavolo delle Donne Rom”, progettano un blog sulla cultura e le ricette rom, si dividono i compiti e decidono che il primo passo da fare è organizzare un evento di lancio; per una sola volta, invece di uscire dal campo, vogliono che i cittadini e le istituzioni vadano a vedere che cosa succede in quei luoghi, con l'obiettivo, attraverso il loro lavoro, di uscirne definitivamente. Il 23 luglio del 2015 si svolge l'iniziativa “One night in Candoni”. Il piazzale del campo, nel quartiere Magliana, si riempie di persone che mangiano la cucina rom e ballano. Quella stessa sera nascono le “Gipsy Queens”, un gruppo di donne che promuove la conoscenza della cucina rom.
Da quel giorno le Gypsy Queens sono state contattate per organizzare dei catering da diverse organizzazioni e sono state invitate a intervenire in seminari e convegni soprattutto riguardanti il superamento dei campi rom e l'inclusione lavorativa.
Tuttavia, manca ancora qualcosa: un furgonicino che permetta loro di mettere in pratica il progetto di cucina itinerante.
Rifacendosi alla tendenza della street food, le Gispsy Queens hanno deciso che il modo migliore per promuovere la cucina rom a prezzi accessibili, è farlo in un luogo che non sia fisso, valorizzando la passione italiana per il cibo di strada e trasformando il pregiudizio sul concetto di nomadismo in un'opportunità.
Il progetto permette a 10 donne di trovare un'occupazione, a beneficio di loro stesse e delle loro famiglie. Contribuendo al sostentamento della famiglia, insieme ai loro mariti, le donne raggiungerebbero l'indipendenza economica e l'autonomia.
Attraverso il cibo socializziamo e attraverso il cibo conosciamo l'altro; Gipsy Queens rappresenta una via per fare dell'integrazione sociale un percorso che consideri realmente la diversità come una ricchezza.

Arci Solidarietà Onlus

Città:Roma


Per votare il progetto delle Gipsy Queens vai su:

https://community-fund-italia.aviva.com/voting/pro...

1. Registrati al sito o accedi dl tuo account Facebook;

2. Cerca "Gipsy Queens"

3. Vota

Ogni persona può esprimere 10 voti, basta cliccare su "Seleziona: 10".

C'è tempo fino all'8 marzo

Grazie!!




Non ci sono ancora commenti per questa iniziativa. Be the first!