• Home-volunteer-sector

    Puoi cercare per settore di intervento.

    Prova a scrivere "Ambiente" o "Animali" per trovare tutte le organizzazioni, iniziative e servizi della tua zona.


  • Home-volunteer-city

    Puoi trovare quello che cerchi vicino ad una città.

    Prova a scrivere "Bergamo" o "Milano", oppure "associazioni bergamo", "cooperative torino".


  • Home-volunteer-activity

    Una ricerca che capisce quello che stai cercando.

    Puoi cercare tutti gli "Andrea di bergamo", le "Associazioni che si occupano di ambiente a Torino", "Assistenza anziani a Napoli"

Chiudi

Ben arrivato/a su uidu.org!
Di cosa si tratta?

Ci sono migliaia di organizzazioni come Percorsi di secondo welfare in Italia, se vuoi sapere quali operano vicino a te, uidu.org è la piattaforma che stai cercando. Puoi scegliere il settore di intervento che prediligi, la città o l'area di riferimento, registrare l'organizzazione di cui fai parte, sostenere le tue organizzazioni preferite.

Small_5643_324043174364875_940978552_n

Percorsi di secondo welfare

Attività

Cosa facciamo nel dettaglio

Su iniziativa del Centro di Ricerca Luigi Einaudi di Torino nel 2011 è nato Percorsi di secondo welfare, il laboratorio sul secondo welfare in Italia. Il progetto, con la direzione di Franca Maino e la supervisione scientifica di Maurizio Ferrera, docenti presso l'Università degli Studi di Milano, si propone di ampliare e diffondere il dibattito sul secondo welfare, aperto da un’inchiesta di Dario Di Vico e un commento di Maurizio Ferrera, avviato sulle pagine del Corriere della sera nel giugno 2010.

Il nostro laboratorio è uno spazio destinato alla raccolta e all'analisi di materiali ed esperienze e di “best practices” che possano conciliare con successo la necessità di un ridimensionamento della spesa pubblica con la tutela dei nuovi rischi sociali. Percorsi di secondo welfare svolge un lavoro di ricerca che ha permesso di produrre numerosi contributi originali, pubblicare interviste, organizzare eventi e occasioni di incontro sulle tematiche legate al secondo welfare. Parte del lavoro svolto è quotidianamente pubblicato sul sito del progetto, www.secondowelfare.it, divenuto ormai punto di riferimento per addetti ai lavori ed attori coinvolti nella realizzazione di esperienze legate al secondo welfare.

Cos'è il secondo welfare?

In Italia il sistema di welfare ormai da alcuni anni si trova soggetto a due grosse pressioni. Da un lato i vincoli di bilancio impediscono incrementi di spesa e impongono importanti misure di contenimento dei costi. Dall’altro lato la continua trasformazione dei bisogni sociali – dettata da ragioni riconducibili alla crisi economica ma anche a problematiche strutturali proprie del nostro modello di stato sociale – richiede risposte molto complesse e diversificate.

In questa situazione di grave difficoltà si assiste con sempre maggior frequenza allo sviluppo di esperienze di secondo welfare, ovvero mix di protezioni e investimenti sociali a finanziamento non pubblico forniti da attori economici e sociali collegati in reti dal forte ancoramento territoriale (ma aperte a confronti e collaborazioni anche trans-­locali), che vanno progressivamente affiancandosi al primo welfare.

Possono essere ricondotti al primo welfare i regimi di base previsti dalla legge e i regimi complementari obbligatori di protezione sociale che coprono i rischi fondamentali dell’esistenza - salute, vecchiaia, infortuni sul lavoro, disoccupazione, pensionamento e disabilità - ovvero i servizi considerati “essenziali” per una sopravvivenza decorosa e per un’adeguata integrazione nella comunità, capaci di garantire il pieno godimento dei diritti fondamentali di cittadinanza. 

Al secondo welfare appartengono invece il settore della protezione sociale integrativa volontaria, soprattutto nel campo delle pensioni e della sanità, nonché servizi sociali di varia natura che non sempre sono garantiti dal settore pubblico.

Primo e secondo welfare non devono essere considerati come due compartimenti stagni, ma piuttosto come realtà fortemente intrecciate, che sfumano l’una nell’altra a seconda delle politiche e delle aree di rischio e bisogno in esame. Il secondo welfare coinvolge attori economici e sociali di varia natura quali imprese, sindacati, fondazioni, assicurazioni e le organizzazioni appartenenti al terzo settore.

Per saperne di più visita la pagine di presentazione del nostro progetto: http://secondowelfare.it/mt/progetto-secondo-welfare.html