• Home-volunteer-sector

    Puoi cercare per settore di intervento.

    Prova a scrivere "Ambiente" o "Animali" per trovare tutte le organizzazioni, iniziative e servizi della tua zona.


  • Home-volunteer-city

    Puoi trovare quello che cerchi vicino ad una città.

    Prova a scrivere "Bergamo" o "Milano", oppure "associazioni bergamo", "cooperative torino".


  • Home-volunteer-activity

    Una ricerca che capisce quello che stai cercando.

    Puoi cercare tutti gli "Andrea di bergamo", le "Associazioni che si occupano di ambiente a Torino", "Assistenza anziani a Napoli"

Chiudi

Ben arrivato/a su uidu.org!
Di cosa si tratta?

uidu è il modo più facile per trovare opportunità di fare volontariato vicino a te, secondo i tuoi interessi e competenze. Puoi scegliere il settore di intervento che prediligi, la città o l'area di riferimento, l'attività da svolgere.

È facile

Scegli la tua zona di interesse (Es: Milano) e comincia a sostenere le iniziative sociali della tua zona!

Non ti perdi niente di ciò che ti interessa, nel luogo che ti interessa, per le persone che vuoi aiutare

È utile

Costruisci la tua rete di contatti con persone che, come te, desiderano essere d'aiuto ad altre persone

Non è necessario essere già un volontario, né diventarlo è obbligatorio. È solo fortemente consigliato.

Bruna Cantaluppi
Lunedì 15 settembre inizio del progetto "La banalità del bene" laboratorio di giovani per la realizzazione di un corto sul volontariato

Centro Servizi Volontariato Toscana · Bella iniziativa! Sarebbe carino se ce ne raccontaste lo svolgimento, anche qui su Uidu :)

2014-09-24T14:01:23+02:00


Bruna Cantaluppi · certo, appena pronto il bando di reperimento giovani per il laboratorio lo socializzointanto un abstract del progetto...............
LA BANALITA' DEL BENE
La presente idea progettuale nasce dal desiderio e dalla volontà dei partner di progetto ( AIMA, Ass. DOG, Ass. Donne Insieme, Coop.va Ma.Ter, Vivere insieme in Casentino, AVIS Arezzo, Misericordia di Subbiano, ASL8, TeleSandomenico) di avvicinare i giovani a tematiche di volontariato "particolarmente pesanti", utilizzando strumenti attraenti e creativi (in particolare il cinema) per creare qualcosa che sia in grado di comunicare alle giovani generazioni il valore del volontariato come servizio per e con la comunità a cui si appartiene.
Il tema della promozione dei valori del volontariato e della cultura della solidarietà, rivolto in particolare ai giovanissimi come portatori di esperienza e co-formatori dei propri coetanei, è un argomento attuale e cogente che necessita di essere valorizzato attraverso specifiche azioni progettuali che mettano i/le ragazzi/e in grado di accogliere la diversità e la malattia come parte integrante della propria esistenza. Per avvicinare i giovani a tematiche di questo genere, negli ultimi anni l’Unione Europea ha messo in atto politiche e strategie comunicative che portassero alla visione del volontariato come espressione di cittadinanza attiva: dall'Anno Europeo delle attività di volontariato che promuovono la cittadinanza attiva (il 2011) fino al 2013, proclamato Anno Europeo dei cittadini, facendo passare l’idea per cui “fare” è il miglior modo di “essere” cittadini.
Dal Rapporto dell’Istituto IARD sulla condizione giovanile in Toscana, i valori che i giovani dal intervistati mettono ai primi posti per importanza sono, prevalentemente, quelli a carattere individuale. Il Rapporto riferisce che la solidarietà e l’impegno sociale è rilevante tra chi ha appartenenza di tipo religioso ( 67% e 40%) mentre non sono presi in considerazione da chi ha una condizione di svantaggio economico (30,70% e 34,30%) e solo per il 19% l’impegno sociale, considerato valore “di nicchia”, è molto importante.
Questi dati devono far riflettere su come i giovani vivono la propria vita all’interno della comunità di appartenenza, sempre più incentrati su loro stessi e sempre meno sui bisogni di coloro che li circondano.
Il progetto "La banalità del bene" intende, pertanto, realizzare un’innovativa azione di sensibilizzazione della popolazione giovanile del territorio della provincia di Arezzo (target: ragazzi 16-25 anni) riguardo ai temi in cui operano AVAD e i partner del progetto (assistenza domiciliare, disabilità, assistenza sanitaria, tutela delle donne e delle categorie deboli, ecc.) attraverso la realizzazione di un laboratorio cinematografico che porti i ragazzi a creare un documentario/cortometraggio incentrato su tali tematiche.
In particolare, gli obiettivi progettuali sono quelli di:
1- Rendere i giovani consapevoli del valore del volontariato per il proprio benessere, che deriva sempre dal benessere della collettività;
2- Realizzare un ragionamento e un confronto condiviso sulla cultura della solidarietà e della cittadinanza attiva;
3- Aumentare la cultura del volontariato nei vari momenti della vita dei ragazzi attraverso attività di condivisione della percezione che ciascuno ha di tali argomenti;
4- Mettere in grado i giovani di diventare creatori di contenuti per i loro coetanei sulla tematica del volontariato, avendone realmente compreso il valore e lo spirito, ed essere in grado di comunicare le proprie emozioni e sensazioni su tale tematica attraverso la realizzazione di un breve film (cortometraggio o documentario)

2014-09-24T20:28:19+02:00