14 Jul 2022
Condividi:

🔎 Cosa ci dice l’ultimo Rapporto Annuale dell’Istat

Uno strumento utile per misurare e definire il cambiamento sociale in atto nel nostro Paese. 

🔎 Cosa ci dice l’ultimo Rapporto Annuale dell’Istat

<<Il 30° Rapporto Annuale dell’Istat mostra un paese caratterizzato da un elevato livello di complessità; una realtà che va affrontata con una strategia di risposta multidimensionale e a geometrie variabili. Affiancata da strumenti di valutazione e monitoraggio, efficienti ed efficaci.>>

Una fotografia del Paese

L’ultimo Rapporto Istat ha evidenziato la necessità di risposte concrete in grado di unire le diverse dimensioni, sociali ed economiche, che incidono sui processi di trasformazione del contesto italiano. 

L’insieme dei dati condivisi mostra infatti un aumento della povertà assoluta e afferma il calo della natalità e l’aumento dell’invecchiamento della popolazione, trend già presenti ormai da svariati anni. 

Le donne, i giovani, gli stranieri, i disabili sono le categorie più vulnerabili, ancor più nelle Regioni del sud. A questo riguardo, la pandemia ha fatto scaturire un profondo accentuarsi di diverse forme di disuguaglianze sociali già presenti e ne ha create delle nuove.

Perché è utile? 

Nelle sue 294 pagine, il Rapporto fornisce elementi tangibili agli occhi delle realtà a impatto e ai professionisti che negli ultimi anni hanno vissuto e osservato da vicino l’effetto tsunami della pandemia. 

E’ uno strumento di supporto alla lettura del contesto economico e sociale italiano, quello cioè in cui si collocano azioni e progetti di una organizzazione a impatto sociale. 

Il lavoro svolto dall’Istat ha una valenza fondamentale per aiutare i professionisti del settore a raccogliere e confrontare i dati di contesto utili a definire il cambiamento sociale nel nostro paese. 

Ogni progetto prende forma dall’ascolto dei bisogni sociali di un territorio di riferimento, ma la complessità delle problematiche sociali rende spesso il lavoro di analisi difficile. 

Ecco perché il nuovo Rapporto Istat può essere considerato come uno strumento per orientarsi e filtrare informazioni e dati specifici e confrontarli tra loro. 

Spunti preziosi per progettisti e ricercatori

I dati condivisi nel rapporto possono costituire delle fonti fondamentali nella fase di ideazione di un progetto.

Il rapporto è suddiviso in 4 capitoli: 

  • Le prospettive di ripresa tra ostacoli e incertezza

  • Due anni di pandemia: l’impatto su cittadini e imprese

  • Famiglie, stranieri e nuovi cittadini

  • Le diverse disuguaglianze

Altri strumenti utili sono rappresentati anche dalle info-grafiche, dalle mappe, dai grafici interattivi e dalla sezione glossario a conclusione del report integrale; prendili in considerazione nel tuo lavoro di ricerca. 

Vuoi approfondire? Vai qui https://www.istat.it/it/archivio/271806

Scritto da:
uidu

uidu

Condividi:

Crea un Workspace collaborativo gratuito su uidu

Scopri un mondo di funzionalità
progettate per mantenere tutti i tuoi processi in un unico posto.